LiveUs
.[NE] photography & art.
CONCERTS
ARTISTS
LOCATIONS
MAKERS
NOVITA
ARTICLES
Giovedė 2 Marzo 2017
Jamie Saft

AUDITORIUM EUGENIO MONTALE

Galleria Giuseppe Siri Genova

VENERDì 3 MARZO 2017   ore 21.00

Biglietti da Euro 14.50

 

Interpretazioni per pianoforte dal grande libro della canzone americana. 

Il pianista americano Jamie Saft presenta, per la prima volta in un decennio in Italia, un programma per pianoforte solo, che trae ispirazione dal grande libro della Canzone Americana.

Nel contesto di queta prima italiana, il pianista presenterà lavori originali e arrangiamenti per pianoforte di lavori di Charles Ives, Stevie Wonder, Bob Dylan, Joni Mitchell, Jimmy Jam e Terry Lewis, ZZ Top, John Coltrane, Miles Davis, come anche sue numerose composizioni originali.

Jamie Saft ha cominciato a sviluppare attivamente questo repertorio per pianoforte negli utlimi tre anni, presentandone parti durante concerti tenuti a Mosca, Città del Messico e New York.

Diplomato al Conservatorio del New England, Jamie Saft vanta una carriera discografica e concertistica più che ventennale sia come leader sia come collaboratore in una moltitudine di formazioni jazzistiche e rock negli Stati Uniti ed Europa, ha suonato in sale leggendarie quali la Carnegie Hall, il Lincoln Center, la Town Hall e la Elizabeth Queen Hall come anche il Village Vanguard, il Blue Note e il Porgy and Bess.

Il concerto all’Auditorium Montale del Teatro Carlo Felice presenta al pubblico l’ampiezza del mondo musicale di Jamie Saft, attraverso la lente del suo strumento preferito, il pianoforte solo, con un programma molto vicino al suo cuore.

Il Concerto viene integralmente registrato per formare la base di un disco che uscirà su RareNoiseRecords nel 2018.

Concerto organizzato dall’Associazione Palazzo Lomellino-onlus, in collaborazione con RareNoise Records, con il Patrocinio dell’Agenzia Consolare USA.

Foto di Vin Cin

 

Fonte: Happyticket.

 




Per lasciare un commento devi essere registrato o fare login.

Developer Zone / Credits / Terms
Creative Commons