LiveUs
Centro Studi per il Progressive Italiano
CONCERTS
ARTISTS
LOCATIONS
MAKERS
NOVITA
ARTICLES
Giovedì 24 Novembre 2016
“!” FESTIVAL DI MUSICA ED ARTE INCONSUETA

“ ! ” FESTIVAL di MUSICA ed ARTE INCONSUETA
Ingresso per ciascuna serata: 12e aperto a tutti oppure 10e con tessera arci

RAINDOGS HOUSE - Officine Solimano, Piazza Rebagliati, SAVONA

Venerdì 2 Dicembre
Officine Schwartz / Hidden Reverse
La serata avrà inizio alle ore 21 nella sala Nuovofilmstudio, con la proiezione del film “Da qui alla ruggine” delle Officine Schwartz e proseguirà con i live al Raindogs dalle ore 22

 

Sabato 3 Dicembre
SIGILLUM S / + guest: F:A.R. – a taste of –
Dalle 21:30 proiezioni delle opere visuali “Il Martello Cromatico” e “La Sonda Cromatica” di The Tapes e poi si continua con i live. Tutto nella sala RainDogs.

 

Suoni, immagini e rumori tra il passato remoto ed il futuro ignoto. 2 notti di sonorità “ altre ” ai confini tra musica sperimentale, elettronica, industrial, folk, ed ambient, con alcuni tra i principali protagonisti attivi dagli ‘ 80 fino ad oggi. Sigillum S, Officine Schwartz, Simon Balestrazzi (membro fondatore dei T.A.C., qui presente con Hidden Reverse) e F:A.R. hanno segnato un’epoca e in queste due serate porteranno in scena qualcosa di prezioso.

 

 OFFICINE SCHWARTZ ” Transistor ” – Il Concerto. La sonorità del concerto è data dall’ancor funzionante strumentazione di quando iniziarono le Officine Schwartz nel 1983. Synth e amplificatori, insieme ai cordofoni costruiti negli anni ’90, danno vita a composizioni inedite unitamente a brani storici rivisitati, che saranno Colonna Sonora di un montaggio cinematografico ottenuto con riprese in 8 mm. effettuate da Osvaldo Schwartz e utilizzate all’inizio dell’attività con le Officine. ” Da Qui Alla Ruggine ” – Il Film. Produzione: Lab80 Film e OFFICINE SCHWARTZ. Regia: Osvaldo Arioldi. Montaggio: Alberto Valtellina e Osvaldo Arioldi. Anno: 2015. Durata: 62 minuti In occasione del trentennale delle Officine Schwartz, Osvaldo Arioldi, fondatore della storica band di “estetica industriale”, apre gli archivi e incontra alcuni testimoni/amici che si prestano al gioco della memoria e alla vivace provocazione artistica. Il film si compone attraverso frammenti che raccontano un flusso musicale nato negli anni ’80, che percorre un trentennio con felice ostinazione!

 

 HIDDEN REVERSE Hidden Reverse nasce nella primavera 2015 dalla collaborazione tra Simon Balestrazzi e Massimo Olla.Il suono del duo si caratterizza per l’utilizzo quasi esclusivo di strumenti autocostruiti, in particolare il [d]Ronin, un cordofono/mollofono artigianale ideato e realizzato da Massimo Olla. Hidden Reverse opera in un territorio sonoro libero e visionario che oscilla dal post-industrial meno convenzionale alla drone music fino a lambire forme di improv radicale non idiomatica. Nel 2016 è stato pubblicata in modo carbonaro la tape “Articulation 1 & 2” (SoundScape713/Old Europa Cafe) mentre al momento è in via di completamento un nuovo lavoro dedicato ai disturbi del sonno.

 

 SIGILLUM S Dopo la pubblicazione ad Aprile 2016 della trilogia celebrativa del loro trentennale (“Iron Catastrophe Spectators” in CD, “Astronomic Horror” in LP e “Demonology” in cassetta),Eraldo Bernocchi and Paolo “NG5361” Bandera stanno ora portando sui palchi diverse configurazioni del loro progetto post-industriale SIGILLUM S.Le performance fondono ogni volta in modo unico gli strati molteplici delle loro mutazioni sonore… da oscure ambientazioni elettroniche ad abissali sequenze ritmiche… da feroci assalti rumorosi ad obliqui riferimenti di archeologia acustica…SIGILLUM S attira in vortici senza fondo, oltre I confini noti della percezione .Senza alcun limite, l’ossessione per le tematiche psico-geografiche viene tradotta in forma audio-visuale attraverso perverse raccolte di simboli esoterici, scienza aliena e sensualità occulta, sfruttando al meglio la potenza devastante del lavoro video di Petulia Mattioli.Attraverso canali di decadenza tecnologica e tendenze apocalittiche, i processi cognitivi implodono e l’eco intossicante dei relitti culturali rimbomba assordante nel retro delle strutture sensoriali.

 

 F:A.R. A più di vent’anni dalla loro ultima esibizione, per questa occasione unica e irripetibile, tornano in azione i F:A.R. – Final Alternative Relation-, storica band fondata nel1981 da Mauro Guazzotti (aka MGZ). Frammenti di immaginario sonico da un epoca lontana, pulsazioni sintetiche ed echi dal tunnel, danze illogiche e giocattoli scordati. Con Grazia Stella e Germana Oliva. A taste of F:A.R. -“Presto i topi verranno a cercarci”-

 




Per lasciare un commento devi essere registrato o fare login.

Developer Zone / Credits / Terms
Creative Commons