LiveUs
Nero Events
CONCERTS
ARTISTS
LOCATIONS
MAKERS
NOVITA
ARTICLES
Martedė 26 Aprile 2016
Roberto Angelini alias Steelnox

Venerdì 29 Aprile alle ore 22.00

Teatro Bloser  e Associazione culturale Lilith presentano Steelnox:

il nuovo progetto di Roberto Angelini insieme alla stella nascente Wrongonyou per chiudere alla grande la prima stagione del Teatro Bloser. 

Aprirà il concerto il giovane talentuoso Rodolfo Bignardi.

Per chiudere questa prima importante stagione del Teatro Bloser abbiamo deciso, insieme all’Associazione Lilith che ci ha supportato in questa avventura, di richiamare un artista immenso che già l’anno scorso ci ha saputo regalare emozioni fortissime. Si presenterà con un nuovo progetto.
Aprirà il live il giovane talento nostrano Rodolfo Bignardi.

STEELNOX (Roberto Angelini &  Wrongonyou)

Steelnox è il nuovissimo e fresco progetto di Roberto Angelini al fianco di Wrongonyou, giovane musicista romano.

Roberto Angelini

Roberto Angelini è un artista a tutto tondo con diverse forme d’espressione di un talento che non si esaurisce con l’incisione dei suoi dischi, ma spazia anche dalla produzione di altri musicisti all’esecuzione di sculture in plastilina.
E i modelli con il pongo non sono fini a se stessi, ma utilizzati per illustrare il suo universo musicale:
dalla grafica del sito ufficiale (www.robertoangelini.it) all’animazione “a passo uno” del video del
singolo “Dicembre”.
Nasce a Roma nel 1975, crescendo a stretto contatto con la musica grazie ad un nonno mecenate
e un patrigno chitarrista swing. Fa molta gavetta, spaziando dal jazz, al rock, addirittura all’heavy
metal. Suona. E nel frattempo scrive. Se ne accorge la Virgin nel 1999, che gli offre un contratto. Il
primo album, anticipato da un EP vincitore del P.I.G. (Premio Italiano Giovani ) esce nel 2001: “Il
Sig. Domani “ prodotto da Daniele Sinigallia. Con la canzone omonima partecipa in quell’anno a
Sanremo nella categoria giovani dove vince il premio della critica “Mia Martini”.
Secondo singolo di quell’album è “Respira”, che ottiene numerosi consensi di pubblico e critica; da
lì in poi Roberto comincia a suonare in giro per l’Italia. Apre i concerti di numerosi artisti tra i quali
Jarabe De Palo, Max Gazzè, Tiromancino, Marina Rei, Carmen Consoli ed Elisa. Con quest’ultima
collabora al disco “Then comes the sun”.

Nel 2003 esce il disco “Angelini” (prodotto da Giuliano Boursier) anticipato dal
singolo “Gattomatto” che diventa tormentone di quell’estate, lo porta a partecipare all’Arena di
Verona alla finale del Festivalbar e ottiene la nomination agli Italian Music Awards.
Seguiranno altri due singoli di successo “La Gioia del Risveglio” ( arrivata al 1° posto nel Music
Control ) e “12 anni”.
Nel 2004 la Virgin pubblica un EP intitolato “Ripropongo” nel quale Roberto ripropone alcune
canzoni dell’ultimo disco in versione acustica.
in quello stesso anno, insieme ai suoi amici musicisti, apre uno studio di registrazione a Roma ( Il
ClivoStudio ) e un’ etichetta discografica “FioriRari”.

Nel 2005, insieme al violinista Rodrigo D’Erasmo, pubblica un tributo al grande artista inglese NickDrake. Il disco si chiama “Pong Moon – sognando Nick Drake – “ ed esce per l’etichetta “Storie di Note.

Tra il 2004 e il 2009 prepara quello che sarà il terzo album d’inediti ( La Vista Concessa ) che vede
la luce nel febbraio del 2009. Prodotto da Fiorirari e Bustin’ Loose ( label dei Planet Funk ) esce in
licenza per la Carosello Records distribuito da Warner. Il disco è prodotto da Sergio Della Monica
e contiene 16 tracce. Il primo singolo, “Dicembre”, ha un video interamente girato in plastilina da
Stefano Argentero, Lorenzo Terranera, Gianluca Maruotti e lo stesso Angelini e ottiene numerosi
riconoscimenti tra cui “Miglior Videoclip D’Animazione” al M.E.I. Il secondo estratto dall’Album
è “Vulcano” e il video vede per la prima volta alla regia Claudia Pandolfi.
Il disco ottiene ottime recensioni (copertina del Mucchio Selvaggio nel numero di febbraio di
quell’anno ) e un buon consenso di pubblico. A Gennaio 2012 è in uscita (solo in digitale per il momento) l’EP “L’Era dell’Apparenza” un insieme di inediti e rarità che appartengono alle sessioni di registrazione della “Vista Concessa”, ultimo lavoro in studio di Angelini del 2009.
Download gratuito del singolo su www.fiorirari.com

Wrongonyou

Wrongonyou è lo pseudonimo di Marco Zitelli, giovane musicista romano, classe 1990. Innamoratosi del folk e di tutta la discografia di Justin Vernon, comincia a scrivere brani intorno al 2013 ed a pubblicarli sul suo profilo soundcloud, i brani arrivano all’orecchio del professore di Sound Technology dell’Università di Oxford il quale lo invita a registrare quattro brani nei recording studios dell’università, gli stessi dove nel ’91 gli Shinding, oggi conosciuti come Radiohead, registrarono Manic Hedgehog. Lì nasce Hands, il primo demo che gli permetterà di fare tanti nuovi concerti, tra cui il festival Frammenti e Tutto Molto Bello, oltre che di condividere il palco con Lee Ranaldo dei Sonic Youth.

Rodolfo Bignardi

Ultimamente Rodolfo ha fatto parlare di sè. Noi lo abbiamo ascoltato al Teatro Bloser durante una Jam Session spontanea e lo abbiamo voluto di nuovo tra di noi. Chi abita o frequenta il centro storico conosce bene la sua voce: sul Secolo XIX è apparso un articolo che titolava: “Rodolfo, chitarrista di strada con la sua voce strega i passanti”.

 

Fonte: Teatrro Bloser




Per lasciare un commento devi essere registrato o fare login.

Developer Zone / Credits / Terms
Creative Commons